SEZIONI NOTIZIE

Inter, quando Moratti rovesciò il tavolo, un 10 giugno lontano ma vicino

di Mario Spolverini
Vedi letture
Foto

10 giugno 1961, 60 anni fa, tondi tondi.

E’ passata una vita ma è giusto ricordare che tutto ( o quasi) iniziò quel giorno, altro che il 2006. In quella domenica di prima estate l’Inter di  Helenio Herrera scese in campo a Torino contro la Juventus di Sivori e Charles con la squadra dei ragazzini. Sconfitta per 9 a 1 ma chi perse la faccia quel giorno non fu l’Inter.

Una partita ripetuta dopo che nello scontro al comunale dell’aprile precedente la gente aveva invaso il campo da gioco. La Lega assegnava lo 0 a 2 per gli ospiti, come volevano le regole, l’Inter tornava a vedere da vicino la Juventus capolista. Ma il 3 giugno la CAF accolse il ricorso della Juventus, la gara era da ripetere. Sottolineare che in quegli anni Umberto Agnelli è Presidente dei bianconeri ma anche della FIGC  può sembrare capzioso ma tant’è.

In quel lontano 10 giugno Angelo Moratti ordinò che l’Inter scendesse in  campo la De Martino (la Primavera dell’epoca) la protesta più sdegnata verso una decisione che gridava vendetta.  L’Inter perse quello scudetto ma con quella scelta Moratti  mise in ridicolo un sistema che nei decenni successivi avrebbe ancora fatto parlare di sé. Con gli stessi protagonisti, con vicende molto simili.

Quella partita vide l’esordio in serie A di Sandro Mazzola, ma è giusto ricordare tutti i ragazzi che scesero in campo quel giorno per urlare al cielo la rabbia dell’Inter contro un’ingiustizia così evidente:

 Annibale; Riefolo, Tacchini; Morosi, Masotto, Dalmaso; Manini, A. Mazzola, Fusari, Guglielmoni, Ghelli.

A distanza di tanto tempo occorre dire grazie a quei giovani, ad Angelo Moratti e ricordare. Ricordare, per non dimenticare.

Altre notizie
Sabato 19 giugno 2021
08:12 Rassegna Stampa Inter Calciomercato Inter, il nome a sorpresa per il centrocampo è inglese 08:01 Rassegna Stampa Inter Inter, Eriksen: 'Tornare a giocare? C'è solo questa possibilità' 07:58 Internews Eriksen: contatto con l'Inter nelle prossime ore. Si decide il futuro 07:43 Rassegna Stampa Inter Inter, Hakimi: colpo di scena nelle ultime ore. Offerta cifra da capogiro! 07:15 Internews Euro2020, il sabato è hot: Francia, Spagna, e un duello già decisivo 07:14 Rassegna Stampa Inter Inter: Eriksen e la lettera da brividi ricevuta proprio quest'oggi 07:00 Calciomercato Inter Mercato Inter, per il centrocampo potrebbe esserci l'acquisto a costo zero 00:35 Calciomercato Inter Di Marzio a Calciomercato: "La strategia del Milan è chiara" 00:04 Internews Il fratello di Bastoni: "Ci manca molto, ma siamo orgogliosi. Il 95? È il mio anno"
Venerdì 18 giugno 2021
23:00 Calciomercato Inter Dalla Spagna: un giocatore dell'Inter pronto al rinnovo di contratto 22:15 Calciomercato Inter Mercato Inter, la società ha deciso il futuro di Agoumè 21:30 Calciomercato Inter L'ag. Wijnaldum conferma la nostra esclusiva: "Inter prima a interessarsi a lui" 21:00 Internews Croazia-Rep. Ceca 1-1, la partita di Perisic: gran gol che fa sperare i suoi 20:00 Internews Partite da Inter - Strama da urlo. La prima volta (allo Stadium) non si scorda mai 19:10 Internews Eriksen dimesso dall’ospedale dopo l’intervento chirurgico: le sue parole 19:00 Internews EURO2020 - Skriniar non demorde nonostante la sconfitta: "Ci crediamo fin che siamo vivi" 18:30 Internews Skriniar: "Resto all'Inter. Sono felice, Inzaghi mi ha scritto..." 18:00 Statistiche È un Europeo all'italiana! Quanti gol dalla nostra Serie A: l'analisi 17:00 Internews Bye bye Young: i numeri dell'avventura all'Inter dell'inglese 16:00 Inter Primavera La cantera nerazzurra - Filip dopo Deki, per continuare la dinastia Stankovic